Descrizione del Progetto

Parlare unicamente di successi non ha senso. Nella vita capita di commettere errori o comunque di avere degli insuccessi. Personalmente, il mio impegno più grande è stato proprio quello con Fioredoro. Fioredoro era una startup lanciata da Angela Cipriani, che si occupava di realizzare giocattoli per bambini basandosi sul concetto montessoriano, allo scopo di stimolarne la curiosità e, soprattutto, di essere un’ulteriore fonte di crescita e sviluppo della loro maturità.

Se mi avessero detto nel momento in cui frequentavo il liceo che probabilmente un giorno avrei lavorato fianco a fianco con la mia compagna di banco, non ci avrei creduto. Sia per quel che mi riguarda, perché personalmente mai avrei pensato di arrivare a compiere questo tipo di lavoro, e soprattutto perché non sapevo quali fossero le aspirazioni e gli obiettivi di Angela. Si è rivelata un’imprenditrice con una visione davvero futuristica, una persona che da sola, senza il supporto di nessun marketer o social media manager, si è lanciata sul mercato e ha fatto sì che un’azienda prendesse il volo partendo dal proprio garage. Sì, immaginatela come un piccolo Steve Jobs, ma nell’ambito dei giocattoli per bambini. Ha girato praticamente le fiere di tutta l’Europa e ha individuato non solo potenziali collaboratori, soci, aziende che l’hanno finanziata, ma anche e soprattutto ha avviato le prime vendite da sola. È riuscita a costruirsi il suo primissimo ecommerce.

Pertanto, quando sono stato contattato da Angela per sviluppare questo tipo di progetto, che a causa di problematiche personali si era arenato, ne sono stato particolarmente onorato al punto di avere investito io in prima persona su questo progetto, mettendo a disposizione quello che era la mia progettualità e le mie competenze, nonché quelle dei miei collaboratori, per poter avviare un progetto decisamente ambizioso. Non ci saremmo distaccati da quello che è l’ambito dei giocattoli per bambini, ma avremmo realizzato un nuovo giocattolo per bambini da utilizzare negli ambienti di lavoro dove talvolta i bambini non vengono accettati. L’idea chiaramente arriva dai paesi dell’Europa del nord, dove l’integrazione tra bambino e adulto è molto sentita, e di conseguenza il riuscire ad inserire il bambino nel contesto del lavoro e soprattutto non allontanando la famiglia è un qualcosa di estremamente importante.

Abbiamo investito tutti: videomaker, editor grafico, social media manager e me, digital marketer. Abbiamo realizzato il nostro primo sito, abbiamo realizzato un video di promozione aziendale, abbiamo studiato quale era la campagna di lancio del prodotto e soprattutto, vista la mancanza di fondi, abbiamo progettato il tutto verso la campagna di Kickstarter. Il lancio però non è mai avvenuto, perché anche per fare il minimo lancio hai necessità di un budget che in quel momento mancava. Angelo però non si è tirato indietro, anzi, ha continuato a preservare il progetto e sono assolutamente convinto che lo tenga nel suo fortino, pronta a rilanciarlo non appena ne avrà la possibilità.

E in quel determinato momento della sua carriera da imprenditrice, pur di finanziare quel che è Fioredoro, si è lanciata in un’attività collaterale che ti racconterò nelle prossime pagine. Resta un impianto ad oggi perché non abbiamo avuto la possibilità di lanciarlo, non perché effettivamente sia stato un fallimento, ma credo fortemente che arriverà quel giorno, magari saremo persone più mature, più assennate e con qualche budget in più per poter prevenire quelli che sono gli imprevisti dettati dalla vita dell’imprenditore.

Dal rapporto con Angela, ho imparato tanto prima di tutto da imprenditore. Sebbene io avessi un’azienda con qualche dipendente in più e lei fosse solo una startup, lei aveva probabilmente 10 volte in più l’esperienza che avevo io, anche nel trattare con altri imprenditori e aziende. Mi ha trasmesso tanto, e se oggi la mia azienda è in grado di sostentarsi autonomamente, lo fa anche e soprattutto grazie agli insegnamenti che Angela mi ha trasmesso.

Io spero di poter collaborare in futuro e con Angela e con altri imprenditori che abbiano la sua stessa voglia di vincere.

“Sono una cliente esigente, a volte persino insopportabile, ma la mia collaborazione con Saverio ha costantemente superato le mie aspettative. Era da tempo che dovevo scrivere questa recensione, e quindi la faccio con pieno impegno. Ci impegniamo tutti perché siamo parte del suo investimento. Sentirsi valorizzati in questo modo è un’esperienza meravigliosa e fondamentale per il successo di una nuova impresa. Per questa ragione, siamo tutti pronti a dare il massimo.

ANGELA CIPRIANI