Descrizione del Progetto

Potrebbe non sembrare così, ma aprire una ludoteca e far sì che questa si differenzi dalla concorrenza, offrendo soprattutto un servizio di qualità con un approccio montessoriano, può essere molto difficile. Questo è specie vero se si lancia questo tipo di attività in un territorio in cui l’attenzione al bambino e gli approcci simili a quelli dei paesi del Nord Europa faticano ad entrare nella concezione e nella vita di tutti i giorni.

Pertanto, quando Angela e Maria Grazia mi hanno chiesto, tramite il progetto PIN, di poterli seguire per quanto riguarda il marketing della loro impresa, il primissimo lavoro che abbiamo dovuto effettuare è stato quello di far capire quanto l’approccio montessoriano potesse essere diverso da quello di una classica ludoteca o ‘parcheggio bambini’, vale a dire quella tipologia di attività dove difficilmente ci si concentra sull’attenzione al bambino e sulla crescita della sua maturità, quanto piuttosto sul farlo giocare affinché i genitori possano dedicarsi ad altre attività che non siano stare dietro al bambino stesso.

Nel caso de ‘Il Papavero’, il loro focus principale era proprio fare in modo che il bambino non solo trovasse un ambiente confortevole dove potesse giocare e conoscere nuovi bambini, ma allo stesso tempo potesse crescere come persona. Per farlo, abbiamo operato tramite racconti sui social media e giornate dedicate agli incontri con i genitori e questo ha fatto sì che le richieste affinché l’attività si sviluppasse e assumesse nuovo personale sono arrivate in davvero pochissimo tempo. I genitori hanno compreso immediatamente che affidarsi a una ludoteca di quel tipo non significava solo far giocare il bambino, ma significava davvero renderlo un adulto migliore e, di conseguenza, le richieste affinché ‘Il Papavero’ si trasformasse da semplice ludoteca a un asilo a tutti gli effetti sono diventate ogni giorno più insistenti.

La burocrazia, però, in Italia talvolta è nemica dell’imprenditore e, pertanto, specie in una fase iniziale, ci siamo dovuti accontentare di lavorare come ludoteca, sebbene sin dai primi mesi abbiamo dovuto introdurre diverse novità come la realizzazione di feste e giornate ad hoc oltre alla semplice attività quotidiana di ludoteca. Attività come queste sono sicuramente un’enorme sfida sia per l’imprenditore, perché sta facendo qualcosa di estremamente innovativo in un territorio talvolta restio a cambiamenti, sia per noi marketer che dobbiamo trovare il giusto modo di comunicare questa tipologia di attività senza cadere nel banale e, soprattutto, cercando di enfatizzare le qualità delle persone presenti all’interno nonché dell’azienda stessa.

Sicuramente è stata una sfida molto importante, decisamente diversa da quella che abbiamo potuto affrontare con un asilo nido di cui vi ho raccontato in altre pagine, perché non era concepibile nel territorio in cui stavamo agendo in quel determinato momento. Pertanto, considero il lavoro fatto con ‘Il Papavero’ uno dei più significativi e formativi per quanto riguarda la mia carriera da digital marketer.

Cosa ha reso la nostra esperienza con Saverio così fantastica? Non solo il percorso, ma anche il risultato. Abbiamo trascorso momenti bellissimi insieme e abbiamo adorato i nostri incontri. La comunicazione del nostro progetto ci ha particolarmente colpito. Saverio è eccellente nel farci sentire a nostro agio, aiutandoci a esprimere il meglio di noi e a raccontare al mondo ciò che ci contraddistingue. Questo è stato evidente soprattutto nei momenti in cui ci ha incoraggiato con grinta ad esporci per divulgare il nostro lavoro. Siamo estremamente soddisfatti!

Con ‘Il Papavero’, siamo partiti da zero e abbiamo attraversato insieme la pandemia, ma anche in quell’occasione Saverio ci ha aiutato a sentirci sempre coinvolti e ispirati, nonostante le difficoltà. È una fonte inesauribile di idee creative e soluzioni alternative, un vero e proprio alleato che pianifica tempi, obiettivi e definisce percorsi chiari. Ha dimostrato una profonda fiducia in noi e nel nostro lavoro, il che ci ha trasmesso sicurezza. È stato all’altezza delle nostre aspettative, dedicato ai nostri bambini, e ha mostrato a tutti ciò che rende grande la nostra ludoteca.

IL PAPAVERO